Vai menu di sezione

cs 71 | 19 ottobre - Scuola media: si presenta il progetto

Quella di martedì prossimo, 22 ottobre alle ore 20 all’auditorium, è una serata attesa da molti: sarà presentato pubblicamente il progetto vincitore del concorso di progettazione della nuova Scuola media "B. Malfatti" di Mori. Si tratta del progetto più importante – ed economicamente più rilevante – dell’intera consigliatura. Un intervento corposo e che ha richiesto un iter particolarmente complesso, passato anche attraverso un concorso internazionale di progettazione.

«Questo è un nuovo passo avanti su un impegno che segna tanti anni di amministrazione – spiega il sindaco Stefano Barozzi – fin da subito, il Comune di Mori ha trovato condivisione per orientare i necessari finanziamenti su una struttura che, più di altre, meritava un intervento significativo. Molti sono stati i passaggi amministrativi e altrettanti quelli del dibattito consiliare e con altre istituzioni. La prossima settimana ci sarà il confronto con la popolazione, che potrà farsi un’idea precisa di quanto sarà messo in cantiere».

Il progetto vincente è quello elaborato dallo studio Marco Contini di Parma. Martedì i tecnici saranno in sala per illustrare tutte le soluzioni tecniche adottate e saranno a disposizione anche per le domande che certamente la platea vorrà porre.

Cronologia

L’intenzione nasce già nel 2011 e nel luglio 2014 il Comune approva una mozione di richiesta di priorità assoluta per la realizzazione della scuola media, rivedendo l'urgenza della realizzazione del secondo asilo nido e ri-allocando così il contributo.

Con deliberazione della giunta provinciale di agosto 2014, il finanziamento viene ammesso per un importo complessivo di 12 milioni, finanziati al 90%: dunque per 10 milioni e 800 mila euro. Nel complesso, il finanziamento dell'opera è coperto dal Comune grazie al contributo provinciale e dal Fondo strategico territoriale della Comunità di valle, per un totale di 11 milioni 444 mila euro.

Nel 2015 c’è uno stop, per consentire alla Provincia di verificare, tramite il Navip (Nucleo di analisi degli investimenti pubblici) le risorse disponibili. Seguono contatti con Apop - opere civili (Agenzia provinciale per le opere pubbliche) per definire cosa, a livello di procedure, toccasse al Comune.

Nel 2016 l’affido alla geometra Sabrina Bona dell'incarico di rilievo dei fabbricati che compongono la scuola e di rilievo plano altimetrico dell'area circostante: uno studio propedeutico anche a individuare le aree previste in cessione gratuita nel piano regolatore, in cui collocare la nuova palestra.

A novembre 2016 la Provincia accetta la delega, da parte del Comune, per il concorso di progettazione preliminare, definitiva ed esecutiva.

Successivamente il Comune dà incarico all'ingegner Gianpaolo Bonani di realizzare un progetto preliminare per la costruzione della nuova palestra vicino alla stessa scuola media. La sua realizzazione rientra negli obiettivi di legislatura dell'attuale amministrazione e i lavori per il rifacimento della scuola media comprenderanno anche la ristrutturazione completa dell’attuale palestra. Le palestre dunque, alla fine, saranno due.

Il resto è storia recente, con il concorso internazionale e l’individuazione del vincitore.

torna all'inizio del contenuto
Pubblicato il: Sabato, 19 Ottobre 2019 - Ultima modifica: Martedì, 29 Ottobre 2019

Valuta questo sito

torna all'inizio