Vai menu di sezione

cs 69 | 2 ottobre - Comune e pompieri volontari regalano il corso antincendio alle associazioni

Il Comune di Mori, in collaborazione col locale Corpo dei vigili del fuoco volontari, organizza un corso per formare “addetti antincendio rischio medio”. Il corso si terrà al centro della Protezione civile di Marco il prossimo sabato 12 ottobre e avrà la durata di 8 ore (4 al mattino e 4 al pomeriggio)

Le associazioni hanno tempo fino a giovedì 3 ottobre, alle ore 12, per comunicare l’elenco delle persone che parteciperanno. La comunicazione va inviata al Comune con atto formale (dichiarazione sostitutiva di atto notorio) e ogni associazione potrà iscrivere un massimo di 2 persone. Le iscrizioni devono essere sottoscritte dal legale rappresentante dell’associazione e i corsisti dovranno essere scelti esclusivamente tra i soci.

Sono disponibili 24 posti e, in caso di eccesso di iscrizioni, il Comune stilerà una graduatoria, rinviando gli esclusi a una prossima edizione del corso, prevista con tutta probabilità nel 2020. Sarà data priorità a chi più frequentemente utilizza le sale pubbliche e alle persone che saranno, eventualmente, indicate da più associazioni. Il motivo è semplice: se una persona formata può mettersi a disposizione di più gruppi, ecco che l’efficacia delle sue competenze si moltiplica.

Il corso è fondamentale per le associazioni che utilizzano sale dalla capienza di 99 o più posti: in quei casi, infatti, è indispensabile indicare un addetto antincendio appositamente formato. L’assessore alla cultura, istruzione, politiche giovanili e comunicazione Filippo Mura spiega: «Con questo corso puntiamo con decisione a garantire il diritto alla salute e alla sicurezza, diffondendo anche una cultura in tal senso. Il teatro e l’auditorium, per entrare nel dettaglio, superano la capienza di 99 persone e dunque necessitano, per essere concesse, dell’individuazione di una persona formata per l’antincendio. Il corso è un’assoluta novità per il nostro Comune. L’idea promossa dalla nostra amministrazione è quella di favorire sempre più l’uso delle sale pubbliche e di agevolare al tempo stesso le associazioni, fornendo il corso necessario ad adempiere a un preciso e condivisibile principio di legge. Siamo certi che il nostro vivace mondo volontaristico aderirà volentieri a questa opportunità».

torna all'inizio del contenuto
Pubblicato il: Mercoledì, 02 Ottobre 2019 - Ultima modifica: Martedì, 29 Ottobre 2019

Valuta questo sito

torna all'inizio