Vai menu di sezione

Dicembre 2019

cs 91 | 26 dicembre - Il Comune sostiene la Parrocchia e il Cedas

  • Il Comune contribuisce alle attività della Parrocchia Santo Stefano di Mori e, in particolare, sostiene l’iniziativa “Risorsa alimentare decanale” attribuendo, per il 2020, una somma di 3.500 euro. Come stabilito dallo statuto comunale, l’amministrazione dedica parte delle proprie risorse a beneficio di persone in difficoltà e alla prevenzione dei disagi. L’accordo con la Parrocchia prevede l’erogazione dei fondi per l’aiuto, che viene attuato grazie allo strumento locale della Commissione Caritas parrocchiale, denominato Centro di solidarietà (Cedas)

cs 90 | 17 dicembre - Al tavolo cultura idee per i corsi del 2020

  • Il Tavolo cultura di Mori è convocato per giovedì 19 dicembre, alle 20.30, in biblioteca. L’ordine del giorno prevede: presentazione della nuova bibliotecaria in servizio a Mori; corsi formazione adulti con esamina di alcune possibili proposte; programmazione eventi gennaio/febbraio 2020; varie ed eventuali. Il tavolo è aperto ad associazioni e privati cittadini

cs 89 | 17 dicembre - Pro loco e Comune rinnovano la collaborazione

  • Il Comune e la Pro loco di Mori rinnovano la propria collaborazione con la sottoscrizione di un accordo che prevede, da parte dell’associazione, la promozione dei carnevali (resi possibili dai comitati di zona) oltre all’organizzazione della Ganzega d’autunno e della Poesia della terra. La Pro loco dovrà sempre riportare, sulle comunicazioni, il logo del Comune. L’accordo vale per i prossimi due anni e l’amministrazione ha inoltre rinnovato, per cinque anni, la concessione in comodato d’uso dei locali al secondo piano dell’ex municipio in via Modena, dove la Pro loco ha la propria sede

cs 88 | 12 dicembre - Nuovi punti luce

  • Un miglioramento dell’illuminazione pubblica è in arrivo in via Lutteri, località Seghe II, via Divisione Acqui e via Gresta: si tratta di interventi extracanone di riqualificazione degli impianti. Il perché della dizione “extracanone” lo spiega il sindaco Stefano Barozzi: «Come noto, Mori ha aderito alla procedura proposta da Consip (centrale degli acquisti per la pubblica amministrazione italiana) “Servizio Luce 3”, che prevede la sostituzione dei corpi illuminanti sul nostro territorio. Lavori in tal senso sono già in fase molto avanzata su tutto l’abitato, con benefici ambientali e di risparmio energetico, dunque anche economico. Alcuni interventi puntuali, però, non rientrano in questa fornitura a forfait. Questo dipende, ad esempio, dal fatto che su una via si rileva l’assenza di un lampione, magari perché la via si è allungata o ne è mutato il tipo di fruizione e di presenza di persone. Così è per le vie comprese nel nuovo provvedimento»

cs 87 | 12 dicembre - “La fiaba del Natale” è magica a Mori

  • Inserito nell’ampia cornice dei Natali della Vallagarina, anche Mori ha un suo interessante calendario di appuntamenti per le festività: “La Fiaba del Natale” è organizzata grazie alla collaborazione tra Comune, Pro Loco e Associazioni

cs 86 | 11 dicembre - “Trovarsi altrove” a parlare di “Tempi feroci”

  • Il Comune di Mori e quello di Ronzo-Chienis organizzano l’incontro intitolato “Trovarsi altrove”. L’appuntamento è per venerdì 13 dicembre nella sala conferenze del centro anziani di Ronzo, con inizio alle ore 20.30. Sarà presentato il libro di Vincenzo Passerini “Tempi feroci. Vittime carnefici samaritani” e sarà presente l’autore. Oltre a lui, l’assessore all’aiuto sociale del Comune di Mori Roberto Caliari e la sindaca di Ronzo-Chienis Piera Benedetti. Ci saranno poi alcune testimonianze: Monica Martinelli con “Panificio Val di Gresta il valore del lavoro degli stranieri”, Manuela Ciaghi “Noi a un matrimonio in Gambia” e Samba Kebbeh “La mia detenzione in Libia”. Durante la serata il libro di Passerini sarà in vendita a 16 euro, di cui 10 saranno devoluti al progetto accoglienza dell’unità pastorale Val di Gresta.

cs 85 | 1 dicembre - Mori celebra lo sculture Luigi Bombana

  • Il Comune di Mori sostiene un’iniziativa di valorizzazione della figura di Luigi Bombana, moriano e scultore scomparso 50 anni fa, autore di molte raffinate opere tra le quali spicca il monumento ai caduti di piazza Cal di Ponte. L’idea è stata promossa dai familiari e dagli amici di Bombana, assieme all’Associazione “Rock & Altro”. Un busto dello scultore sarà posizionato nella sala al piano terra dell’ex municipio e sarà corredato da un volumetto realizzato nell’occasione, che conterrà alcune note biografiche assieme a molte fotografie di opere realizzate da Bombana. Alcune delle immagini erano state già presentate in una precedente pubblicazione, altre sono state fornite da privati cittadini e rendono il libretto una preziosa raccolta antologica, ricca di inediti. Il busto è in bronzo ed è realizzato da Mariano Angelini, anch’egli scultore moriano e amico di Bombana. Il Comune ha assegnato ai proponenti l’iniziativa un contributo di 1.200 euro e si occuperà inoltre della messa in opera del plinto di marmo su cui sarà collocato il busto

torna all'inizio del contenuto
Pubblicato il: Domenica, 01 Dicembre 2019

Valuta questo sito

torna all'inizio