Vai menu di sezione

Opere soggette a comunicazione preventiva

OPERE SOGGETTE A COMUNICAZIONE PREVENTIVA

Sono soggette a preventiva comunicazione della data di inizio lavori:

  1. le opere di manutenzione straordinaria previste dall'articolo 99, comma 1, lettera b) della legge provinciale come specificate dall’articolo 4.3 del regolamento edilizio comunale. Resta fermo l'obbligo di richiedere il titolo edilizio per gli interventi che interessano le parti esterne dell'edificio se sono utilizzati materiali o tinteggiature diversi da quelli esistenti nonché per interventi che interessano elementi strutturali;
  2. gli allacciamenti dei servizi all'utenza diretta, sottoservizi ed impianti a rete in genere, con esclusione delle linee elettriche aeree;
  3. l'installazione di pannelli solari o fotovoltaici e dei relativi impianti quali pertinenze di edifici, nel rispetto dei criteri e dei limiti stabiliti dal regolamento di attuazione della legge urbanistica provinciale in aree non soggette a tutela degli insediamenti storici, del patrimonio edilizio tradizionale o del paesaggio. Per tali interventi la comunicazione deve avvenire almeno 10 giorni prima dell'inizio dei lavori.

La sola omissione della comunicazione preventiva dell'inizio del lavori comporta il pagamento di una sanzione pecuniaria pari a 500 euro.

MODULISTICA

Ai sensi dell'articolo 97, comma 2 della L.P. 1/2008 le opere precarie sono soggette a preventiva comunicazione al Comune, da effettuare almeno 10 giorni prima dell'inizio del lavori . Si considerano precarie, ai sensi dell'articolo 25 del  D.P.P. 13/07/2010 n.18-50/Leg le opere facilmente rimovibili destinate, sotto il profilo funzionale, a soddisfare un bisogno temporaneo, cronologicamente individuabile e comunque non superiore a due anni . Non si considerano precarie le opere che, pur essendo destinate ad un uso esclusivamente stagionale, sono reinstallate periodicamente. Ai sensi dell'articolo 12.1 del REC, a tutela del ripristino delle aree prima, dell'inizio dei lavori gli interessati dovranno prestare idonea garanzia fidejussoria. In caso di violazione delle norme che disciplinano le opere precarie o di demolizione e rimessa in pristino dei luoghi dopo la scadenza del termine stabilito le opere si considerano realizzate in assenza del titolo abilitativo edilizio.

RIFERIMENTI NORMATIVI

  1. D.P.P. 13/07/2010 n.18-50/Leg

MODULISTICA

Pagina pubblicata Giovedì, 16 Ottobre 2014 - Ultima modifica: Lunedì, 02 Novembre 2015

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto