Vai menu di sezione

Chiesa Arcipretale di S. Stefano

Sezione contenente informazioni relative alla Chiesa Arcipretale di S. Stefano

Chiesa Arcipretale di S. Stefano: contraddistinta da potenti contrafforti esterni, ricordata la prima volta nel 1180, subì ampliamenti nel XVIII secolo e nel 1873. La navata unica, ornata di stucchi, fu dipinta nel 1890 da Antonio Mayer di Mori.

Danneggiata durante la Prima guerra mondiale, la volta dovette essere rifatta con finti stucchi. L’altare maggiore, di marmo del Baldo, è dei Benedetti di Castione, con statue di Domenico Molin da Wangen. La pala di S. Stefano, che insieme a quelle di altri altari arricchisce l’interno, è del pittore Giuseppe Antonio Poch.

Sul lato sud-ovest del piazzale di S. Stefano sorge la barocca chiesa della Confraternita del SS. Sacramento eretta nel 1708.

torna all'inizio del contenuto
Pagina pubblicata Giovedì, 24 Luglio 2014 - Ultima modifica: Venerdì, 10 Ottobre 2014
torna all'inizio del contenuto